sabato 1 settembre 2012

"Orpheus no mado" recensione ed impressioni

Dopo aver trovato il tanto agognato tempo per leggere questo manga, l'ho divorato in 2 giorni...
Bhè purtroppo non è stato all'altezza delle mie aspettative pur ritenendolo comunque un buon lavoro.
Trovo notevole l'evoluzione dello stile dell' Ikeda che durante i primi volumi riesce a recidere i legami con il tratto riscontrabile in "Versailles no bara" ed "Oniisama e...", diventa molto più essenziale e lineare nella caratterizzazione dei personaggi rimanendo però dettagliatissimo per ambienti e abiti. 
Posso tranquillamente affermare che è uno stile decisamente più ponderato che delinea in maniera innovativa i protagonisti.
Come da tradizione il contesto storico è preciso e curatissimo avvolto però da quell'alone magico di nobiltà che solo Riyoko sa imprimere alla storia, forse l'apprezzamento più frequente che sento fare a questo lavoro è quello di contenere una moltitudine di attori ed un intreccio molto complesso.
Sicuramente giostrare le fila di così tanti avvenimenti denota una maturazione nelle capacità narrative dell'autrice ma, la storia risulta così meno facile da seguire e molto frastagliata in certi punti.
I molti omicidi, gli innumerevoli scandali e il flusso ininterrotto di personaggi però riescono quasi a trasformare la trama affascinante in una specie di "Beautiful"/"Tenente Colombo"... si insomma pecca di pagine un po' troppo affollate.
Ribadisco però che rimane un opera di tutto riguardo! 

5 commenti:

  1. E' un'opera stupenda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte persone la pensano come te e come ho scritto è un lavoro di notevole spessore ma... non è riuscito a fare breccia nel mio cuore come altri manga dell' Ikeda, Caro Fratello e Beruba... son gusti:)
      grazie per aver commentato e se torni ricorda di firmarti!:)

      Elimina
  2. Amo Riyoko, come sai e i suoi lavori dai quali sono stati tratti alcuni dei cartoni animati che ho apprezzato di più (sto usando volontariamente un eufemismo, contenendomi nelle espressioni e nelle parole...)e credo che un bell'anime di "Orpheo..." non stonerebbe anche se, come dici, in quest'opera si perde un po' la freschezza e un po' il filo! Molto belli e ben delineati alcuni dei personaggi, a volte pesanti o poco "approfonditi" altri...Bello il tratto della Ikeda anche se cambia moltissimo dall'inizio alla fine dell'opera diventando quasi maniacale nei dettagli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre più in sintonia d'opinioni:) mi fa tantissimo piacere trovare i tuoi commenti nel mio blogghettino così poco frequentato, grazie!!!

      Elimina
  3. Figurati...mi spiace solo averlo scoperto solo adesso!

    RispondiElimina